Gli scienziati esprimono una crescente preoccupazione per la meditazione consapevole

Gli scienziati esprimono una crescente preoccupazione per la meditazione consapevole

Come sta andando la tua meditazione di consapevolezza? Conosci già il tuo vero io? Sei diventato una persona migliore? Più paziente, meno stressato? Non fare nulla ha ridotto i tuoi pregiudizi? La tua depressione è stata curata? Dobbiamo scansionare il tuo cervello e celebrare le dimensioni maggiori del tuo ippocampo?

Questi sono alcuni dei benefici promessi dalla meditazione consapevole.



La realtà è che la meditazione è difficile. Non è un ninnolo economico che vendi per risolvere tutti i problemi della vita. Dire alle persone che la consapevolezza implica il semplice atto di prestare attenzione ai propri pensieri, sentimenti e ambiente circostante, rende alle persone un grande disservizio.

Non c'è niente di semplice nella meditazione consapevole. Se fosse così semplice, staremmo tutti seduti per tutto il tempo necessario per risolvere tutto ciò che affligge noi stessi e il mondo.

La meditazione consapevole è diventata una cura per tutti negli ultimi due decenni e molti seri praticanti di meditazione di lunga data sono rimasti sbalorditi dallo sfruttamento tradizionale della pratica.

I benefici della meditazione consapevole non sono stati dimostrati dagli scienziati

Come questo scrittore lo mette in modo così eloquente: “È fuorviante parlare dell'attività cerebrale dei monaci che hanno meditato per più di 10.000 ore e usarlo come prova del perché fa la differenza se Jane, la mamma del calcio, segue il suo respiro per 30 minuti ogni settimana. Ancora più ingannevole è la spinta a presentare la consapevolezza come una pratica semplice e secolare, che curerà tutto ciò che ti affligge. '

E ora anche gli psicologi esprimono le loro preoccupazioni. La loro preoccupazione è principalmente che i benefici offerti dalla meditazione che può trattare l'ansia, il cancro, i pregiudizi e tutta una serie di altre condizioni non sono stati dimostrati da professionisti qualificati, in altre parole, scienziati.



In un carta pubblicato sulla rivista Perspectives on Psychological Science, un team di 15 psichiatri, psicologi ed esperti di mindfulness provenienti da 15 diverse istituzioni delineano i problemi con lo stato attuale dell'industria della mindfulness e cosa si potrebbe fare al riguardo. In breve, questi esperti temono che molte persone e organizzazioni siano diventate troppo zelanti poiché guadagnano un sacco di soldi con le terapie di consapevolezza.

In una rassegna esaustiva della storia della consapevolezza dalle sue radici nel buddismo al suo uso attuale, gli autori esprimono la loro preoccupazione per l'uso ambiguo del termine 'consapevolezza' che è stato sottratto in modo improprio per avere un numero qualsiasi di significati.

“Il termine consapevolezza ha una pletora di significati; un riflesso della sua incredibile popolarità insieme a un supporto preliminare, una notevole disinformazione e incomprensioni, nonché una generale mancanza di ricerca metodologicamente rigorosa ', affermano gli autori.

Gli scrittori temono che i media popolari non riescano a rappresentare accuratamente l'esame scientifico della consapevolezza, facendo affermazioni esagerate sui potenziali benefici delle pratiche di consapevolezza, riferendosi ad alcune rappresentazioni della consapevolezza come una panacea essenzialmente universale per vari tipi di carenze e disturbi umani.

“A livello pratico, la disinformazione e la propagazione di una metodologia di ricerca scadente possono potenzialmente portare le persone a essere danneggiate, ingannate, deluse e / o insoddisfatte. A livello filosofico, le incomprensioni del lavoro e le sue implicazioni potrebbero limitare la potenziale utilità di un metodo che propone collegamenti unici tra dati in prima persona e osservazioni in terza persona '.



Le persone si sono stancate di sentire parlare di meditazione consapevole

La seguente preoccupazione menzionata nel rapporto si rifà al mio precedente commento che la meditazione non è facile. In effetti, pochissime persone praticano effettivamente la meditazione su base quotidiana proprio per questo motivo.

'Inoltre, la ricerca in un'arena potenzialmente promettente può essere interrotta per nessun motivo diverso dal fatto che le persone si sono stancate di sentirne parlare (e quindi non sono inclini a perseguirlo e / o finanziarlo).'

Gli scienziati deplorano una potenziale opportunità persa per la ricerca qui perché 'le persone si sono stancate di sentire parlare di [meditazione consapevole]'.

La meditazione consapevole non è per tutti

Non è una soluzione semplice ai problemi della vita o ai profitti di un'azienda, alla produttività o all'infelicità. È una pratica pensata per le persone che la perseguono come parte di un percorso spirituale. Non è una merce da vendere ai disperati.

Anche la meditazione consapevole non è un argomento di ricerca per gli scienziati.



Non puoi misurare la crescita interiore con le scansioni cerebrali. Gli stati di coscienza più elevati non possono essere provati, possono solo essere sperimentati.

Lo scopo della meditazione è trascendere i livelli di coscienza. Questo è un processo non lineare che non può essere misurato con strumenti scientifici. La ricerca scientifica sugli effetti della meditazione di consapevolezza è ridicola: è come cercare di esaminare il funzionamento di un'infezione con gli occhiali da sole.