Come praticare il buddismo: una guida pratica alle credenze buddiste

Come praticare il buddismo: una guida pratica alle credenze buddiste

In questo articolo imparerai tutto ciò che devi sapere su come praticare il buddismo.

Cosa fare.



Cosa non fare.

(E soprattutto) come utilizzare le pratiche buddiste per vivere una vita consapevole e felice.

Andiamo…

Cos'è il buddismo?

Con oltre 500 milioni di seguaci ed essendo una delle religioni più antiche ancora praticate oggi, il buddismo ha innumerevoli definizioni, ma esiste una serie di valori fondamentali che possono aiutare a ricucire una definizione di base di ciò che rappresenta il buddismo.

In sostanza, il buddismo è una tradizione spirituale iniziata oltre 2000 anni fa, quando l'uomo che sarebbe diventato Buddha si sedette all'ombra di un albero della Bodhi nell'antico Nepal per meditare.

Fu qui che quest'uomo trovò l'illuminazione, e qui nacque il Buddismo.



Come praticare il buddismo per una vita consapevole, pacifica e felice

Buddismo: una religione diversa dalle altre, che insegna meno l'importanza delle divinità e delle leggi spirituali e più uno stile di vita che può trasformare l'essenza della nostra personalità.

Anche se oggi ci sono varie sette del buddismo, c'è una comprensione fondamentale che tutti i buddisti condividono nel loro rispetto per i principi buddisti.

Ma perché le persone praticano il buddismo?

Sebbene ci siano una serie di ragioni, un principio fondamentale è nella sua comprensione che tutte le creature hanno familiarità con la sofferenza, quindi la vita dovrebbe essere di alleviare questa sofferenza eterna attraverso l'apertura e la gentilezza.

Ecco come puoi praticare il buddismo:

Vivere con i quattro voti del grande bodhisattva

1) Lavora per porre fine alla sofferenza degli altri

Il Buddismo insegna 'le Quattro Nobili Verità', e queste insegnano che la sofferenza e la vita sono intrecciate.



Alla fine la sofferenza può essere terminata solo interrompendo il ciclo della vita: nascita, morte e rinascita.

Dobbiamo lavorare per salvare gli altri dalla sofferenza, sia mentale che fisica: per fare questo, dobbiamo raggiungere il nirvana, che si ottiene rispettando la Via di Mezzo, o il Nobile Ottuplice Sentiero.

2) Segui il Nobile Ottuplice Sentiero

Il Nobile Ottuplice Sentiero è il tuo percorso verso il nirvana, lo stato di beatitudine in cui la sofferenza non esiste più. Queste otto lezioni includono:

  • Giusto discorso, retto sostentamento, retta azione (I cinque precetti)
  • Retta Concentrazione, Retto Sforzo, Retta Consapevolezza (Meditazione)
  • Retto pensiero, retta comprensione (meditazione, consapevolezza e i cinque precetti)

3) Taglia i legami con il desiderio e il bisogno

Gran parte della nostra vita è dettata dai nostri bisogni e desideri. Potremmo desiderare l'auto più recente, l'auto più brillante, la casa più grande, ma il desiderio di questi beni materiali va contro tutto ciò che rappresenta il buddismo.

4) Apprendimento permanente

Non dobbiamo mai credere di aver imparato abbastanza. L'apprendimento è un obiettivo permanente e più impariamo, più ci avviciniamo all'illuminazione.



Nello specifico, dobbiamo imparare il dharma e il suo rapporto con la sofferenza.

Vivere con i cinque precetti

I cinque precetti del buddismo devono essere rispettati per raggiungere uno stato di nirvana o illuminazione, l'obiettivo di tutti i buddisti.

Questi sono diversi dai comandamenti del cristianesimo; non sono regole di Dio, ma impegni fondamentali per tutta la vita secondo cui dovremmo vivere per diventare le migliori versioni di noi stessi.

Seguendo questi precetti, possiamo raggiungere meglio il nirvana e avere una vita migliore nella nostra prossima rinascita.

Questi cinque precetti sono:

  • Non uccidere: questo precetto si applica a tutte le creature viventi, inclusi animali e insetti. Questo è il motivo per cui scoprirai che i buddisti più devoti vivono stili di vita vegetariani o vegani.
  • Non rubare : Non prendere oggetti che non sono tuoi. Questo vale per tutti gli oggetti, inclusi vestiti, denaro e cibo. Dobbiamo anche dare a coloro che hanno bisogno del nostro aiuto e non accumulare oggetti per noi stessi.
  • Non abusare o sfruttare : Non abusare o sfruttare gli altri, sessualmente, mentalmente, fisicamente ed emotivamente. Anche se non devi praticare l'astinenza, dovresti assicurarti che il tuo partner adulto ti abbia dato il consenso. Sii soddisfatto di ciò che hai e dei partner che hai.
  • Non mentire : La verità è della massima importanza per i buddisti. Non mentire, nascondere informazioni importanti e mantenere segreti. Sii sempre aperto e chiaro.
  • Non usare droghe : Questo include sostanze psicoattive, alcol, allucinogeni e altre droghe. Tutto ciò che può alterare la tua mente è proibito, poiché inibisce la tua consapevolezza , un elemento cruciale del buddismo.

Vivere con pratiche buddiste: karma e dharma

Karma

Karma è un elemento chiave di uno stile di vita buddista. È la convinzione che tutto ciò che fai ha un peso di 'buono' o 'cattivo', e quando la tua vita finisce, il tuo karma complessivo sarà giudicato.

Se il tuo karma è positivo, rinascerai in una nuova vita favorevole; se il tuo karma è negativo, vivrai una vita peggiore di quella precedente.

Le circostanze della nostra vita attuale sono determinate dal karma della nostra vita precedente e solo essendo una brava persona possiamo assicurarci che la nostra prossima vita sarà più felice.

La differenza tra buone azioni e cattive azioni sono le motivazioni che abbiamo dietro quelle azioni. Le buone azioni sono motivate dalla gentilezza e dal desiderio di alleviare gli altri dalla sofferenza. Le cattive azioni sono motivate dall'odio, dall'avidità e consistono in atti che portano sofferenza agli altri.

Dharma

Un altro concetto cruciale nel buddismo è il dharma, che è la realtà del mondo e della tua vita.

Il Dharma cambia costantemente ed è alterato dal modo in cui vedi e interagisci con il mondo, così come dalle scelte che fai.

Puoi pensare al dharma come alla comprensione generale dei percorsi e degli inquilini del buddismo, o al modo in cui segui il modo di vivere buddista.

Per incorporare al meglio il dharma nella tua vita, devi vivere il momento e apprezzare la vita che hai. Sii grato, sii grato e trascorri ogni giorno lavorando per il nirvana.

Meditazione: lo stile di vita buddista

Infine, per praticare il buddismo devi praticare l'attività quotidiana più importante per aumentare il tuo consapevolezza e apertura: meditazione.

Meditazione permette di essere tutt'uno con la propria pace interiore e sofferenza, ed è il primo passo verso il nirvana.

Ma la meditazione è più che stare seduti in una stanza tranquilla, persi nei tuoi pensieri. Ecco una guida rapida per iniziare veramente a meditare:

  • Trova un posto dove puoi stare da solo: Trova una zona tranquilla dove nessuno ti disturberà. Allontanati dalle distrazioni, come il telefono, i computer e la musica.
  • Sedersi comodamente: Sebbene la posizione a gambe incrociate sia la posizione più comune associata alla meditazione, non è necessaria. Siediti in un modo che ti è comodo, in cui puoi dimenticare il tuo corpo. Siediti in posizione eretta e rilassati.
  • Concentrati sui tuoi occhi: La maggior parte delle persone sceglie di chiudere gli occhi per aiutarli a trovare la loro pace interiore. Tuttavia, non è necessario chiudere gli occhi. Se desideri tenere gli occhi aperti, prova ad abbassare lo sguardo o fissalo su un oggetto di fronte a te.
  • Sii consapevole del tuo respiro: Concentrati su ogni respiro. Concentrati sull'aria che entra ed esce dal tuo corpo. Rifletti su come si sente ogni respiro, sul peso di ogni spinta sul petto. Perditi nel momento.
  • Lascia fluire i tuoi pensieri: E infine, lascia fluire i tuoi pensieri. Non cercare di pensare a una cosa certa. Fai del tuo meglio per cancellare la tua mente e lascia che vaghi liberamente senza alcuna direzione.

Per almeno 15 minuti al giorno la prima settimana, dovresti meditare nella stessa posizione e nella stessa stanza.

Se vuoi continuare a meditare, assicurati di estendere le tue meditazioni di 5 minuti ogni settimana, fino a raggiungere un massimo di 45 minuti.

Usa un timer in background che puoi dimenticare per evitare la tentazione di guardare un orologio.

(Per approfondire le filosofie buddiste e come praticarle per una vita più felice e consapevole, dai un'occhiata al mio eBook più venduto Qui ).

Iscriviti alle e-mail giornaliere di Hack Spirit

Impara come ridurre lo stress, coltivare relazioni sane, gestire le persone che non ti piacciono e trovare il tuo posto nel mondo.

Successo! Ora controlla la tua email per confermare la tua iscrizione.

Si è verificato un errore durante l'invio dell'abbonamento. Per favore riprova.

Indirizzo e-mail Iscriviti Non ti invieremo spam. Annulla l'iscrizione in qualsiasi momento. Alimentato da ConvertKit

Inizia il tuo viaggio

Queste sono le basi del buddismo, ma ovviamente ci vogliono anni e decenni di studio e meditazione per familiarizzare veramente con una delle più antiche tradizioni spirituali praticate ancora oggi.

Esplora il buddismo e capiscilo a modo tuo: non c'è giusto o sbagliato, poiché il tuo processo dipende interamente da te.

Il significato di 'Buddha'

Sebbene Buddha sia il nome che chiamiamo il fondatore del buddismo, ha anche una definizione in sé, tradotta dall'antico sanscrito come 'Il Risvegliato'.

Per questo motivo, il nome Buddha non è limitato al primo uomo a raggiungere l'illuminazione.

Alcuni buddisti credono che chiunque raggiunga l'illuminazione possa riferirsi a se stesso come un buddha, poiché ha raggiunto un livello più alto dell'essere.

Vedono il mondo senza i molti filtri e pregiudizi della persona media e operano su un mezzo all'insaputa del resto di noi.

Il buddismo ha un dio?

Il buddismo non ha Dio, il che lo rende né monoteista né politeista. Questo è il motivo per cui il buddismo è meno spesso indicato come una religione e più accuratamente conosciuto come una tradizione spirituale.

Senza Dio, gli insegnamenti originali del buddismo provenivano dal primo Buddha, un uomo nepalese del V secolo a.C. noto come Siddhartha Gautama.

Siddhartha ha dedicato la sua vita alla ricerca di modi per ridurre la sofferenza umana, dalla violenza insensata e diffusa alla tristezza personale.

Ha trascorso una vita con guru e saggi, studiando, meditando e comprendendo il significato del sé.

Fu quando si sedette sotto l'albero della Bodhi che iniziò il suo ultimo, lungo percorso verso l'illuminazione.

Per 49 giorni, si dice che Siddhartha abbia meditato sotto l'albero, finché non è risorto come un nuovo uomo illuminato.

Fu allora che Siddhartha diffuse i suoi insegnamenti e iniziò la tradizione del buddismo.

Quali sono i rami del buddismo?

Il buddismo ha diversi rami o scuole di pensiero , da varie interpretazioni degli insegnamenti di Siddhartha Gautama.

Sebbene ogni tipo di buddismo condivida i valori fondamentali del buddismo, hanno alcune differenze minori ma distinte. I rami del buddismo includono:

Buddismo Zen
Buddismo della Terra Pura
Buddismo Nichiren
Buddismo Vajrayana
Tradizione della foresta thailandese
Buddismo Mahayana
Buddismo Theravada

I due rami del buddismo che sono più importanti oggi sono il Mahayana e il Theravada.

Comprensione del buddismo Mahayana e Theravada

Buddismo Mahayana

Mahayana, o 'The Greater Vehicle', crede che l'illuminazione dovrebbe essere raggiunta da tutti, non solo dai monaci.

Nel buddismo Mahayana, un 'bodhisattva', o una persona santa, aiuta la gente comune a raggiungere il nirvana invece di perfezionare la propria illuminazione.

Questa branca del buddismo pone maggiore enfasi sull'aiutare quante più persone possibile a raggiungere il nirvana attraverso sforzi sociali.

Buddismo Theravada

Il Theravada è forse il ramo più tradizionale del Buddismo, seguendo gli insegnamenti che derivano direttamente dall'antica lingua del Pali.

C'è un'enfasi sulla meditazione e gli individui che seguono il Theravada sono spinti a diventare esseri illuminati attraverso la loro padronanza delle pratiche meditative.

I valori fondamentali del buddismo

Per capire semplicemente il Buddismo, devi conoscere i tre gruppi di valori fondamentali: Le Quattro Nobili Verità, Il Nobile Ottuplice Sentiero e i Cinque Aggregati.

Le quattro nobili verità

1. Tutta l'esistenza umana è sofferenza.
2. La causa della sofferenza è il desiderio.
3. La fine della sofferenza arriva con la fine del desiderio.
4. C'è un percorso da seguire che metterà fine alla sofferenza.

Il nobile ottuplice sentiero

1. La retta comprensione è comprendere il potere delle Quattro Nobili Verità.
2. Il giusto pensiero è impegnarsi nell'altruismo e nell'amorevole gentilezza nei tuoi pensieri.
3. La parola retta è parlare senza abusi verbali, bugie, odio o biasimo.
4. La giusta azione è astenersi dall'omicidio, dalla cattiva condotta sessuale e dal furto.
5. Il giusto sostentamento è impegnarsi in un lavoro che ti soddisfa e aiuta gli altri.
6. Il giusto sforzo è praticare costantemente il Nobile Ottuplice Sentiero.
7. La giusta consapevolezza consiste nell'osservare i modelli del corpo, della mente e del mondo intorno a te senza giudizio.
8. La giusta concentrazione è la pratica regolare della meditazione.

I cinque aggregati

I Cinque Aggregati sono i cinque aspetti dell'esistenza umana, che raggruppano gli elementi che influenzano la nostra percezione e comprensione della realtà che ci circonda.

Il buddismo ci insegna a riconoscere questi cinque aggregati per capire che possono essere separati, studiati e superati, invece di lasciarci soccombere insieme.

I cinque aggregati sono:

  • Modulo , il fisico.
  • Sensazione , il sensoriale.
  • Percezione , la comprensione mentale del sensoriale.
  • Formazione mentale , i pregiudizi e i filtri modellati dalla nostra comprensione mentale.
  • Coscienza , la consapevolezza.

Studiando i cinque aggregati, siamo in grado di separarci dai nostri pregiudizi, dai nostri pensieri, dai nostri sensi e percepire il mondo da una comprensione oggettiva e più chiara.

Presentazione del mio nuovo libro

Quando ho iniziato a conoscere il buddismo e alla ricerca di tecniche pratiche per aiutare la mia vita, ho dovuto guadare attraverso alcuni scritti davvero contorti.

Non c'era un libro che distillasse tutta questa preziosa saggezza in modo chiaro e facile da seguire, con tecniche e strategie pratiche.

Così ho deciso di scrivere un libro io stesso per aiutare le persone che stanno vivendo un'esperienza simile a quella che ho passato io.

Sono lieto di presentarvi La guida pratica al buddismo e alla filosofia orientale per una vita migliore .

All'interno del mio libro scoprirai le componenti fondamentali per raggiungere la felicità, ovunque e in qualsiasi momento attraverso:

  • Creare uno stato di consapevolezza durante il giorno
  • Imparare a meditare
  • Promuovere relazioni più sane
  • Liberarti di pensieri negativi invadenti
  • Lasciar andare e praticare il non attaccamento.

Mentre mi concentro principalmente sugli insegnamenti buddisti in tutto il libro, in particolare per quanto riguarda la consapevolezza e la meditazione, fornisco anche spunti chiave e idee dal taoismo, giainismo, sikhismo e induismo.

Pensare in questo modo:

Ho preso 5 delle filosofie più potenti del mondo per raggiungere la felicità e catturare i loro insegnamenti più rilevanti ed efficaci, filtrando il gergo confuso.

Poi li ho modellati in una guida molto pratica e facile da seguire per migliorare la tua vita.

Mi ci sono voluti circa 5 mesi per scrivere il libro e sono abbastanza soddisfatto di come è andato a finire. Spero ti piaccia anche tu.

Per un periodo di tempo limitato, vendo il mio libro a soli $ 8. Tuttavia, è probabile che questo prezzo aumenti molto presto.

Visualizza il libro

Perché dovresti leggere un libro sul buddismo?

Va bene se non sai nulla del buddismo o della filosofia orientale.

Nemmeno io prima di iniziare il mio viaggio 6 anni fa. E come ho detto sopra, non sono buddista. Ho appena applicato alcuni dei suoi insegnamenti più iconici per vivere una vita più consapevole, pacifica e felice.

E so che puoi farlo anche tu.

Il fatto è che l'auto-aiuto nel mondo occidentale è praticamente rotto. Oggigiorno è radicato in processi complicati (e inefficaci) come la visualizzazione, i seminari di empowerment e la ricerca del materialismo.

Tuttavia, i buddisti hanno sempre conosciuto un modo migliore ...

... che il raggiungimento della chiarezza e della felicità consiste nel vivere veramente il momento presente, il che a sua volta rende effettivamente molto più facile ottenere ciò che desideri nella vita .

Nel trambusto della società moderna, raggiungere una tranquilla tranquillità non è sempre così facile, anzi, spesso è piuttosto difficile.

Mentre ci sono molti resort lontani che puoi visitare per rinfrescare i tuoi getti mentali, questi luoghi sono per lo più rimedi temporanei. Trascorri una o due settimane in uno, inizi a sentirti meglio e quando torni alla vita di tutti i giorni gli stessi stress riempiono la tua mente di nuovo.

Questo ci riporta alla bellezza del buddismo.

Perché imparando le lezioni in La guida pratica al buddismo e alla filosofia orientale per una vita migliore , ti renderai conto che non devi recarti in una grotta remota, in una montagna o in un deserto per raggiungere un sereno senso di calma.

La fiducia rilassata e tranquilla che cerchi è già dentro di te. Tutto quello che devi fare è attingerlo.

Il mio esclusivo eBook di 96 pagine filtra il mistero di queste filosofie e ti mostra come migliorare tutti gli aspetti della vita quotidiana, comprese le tue relazioni, la resilienza emotiva e lo stato d'animo.

A chi è rivolto questo libro

Se vuoi vivere una vita migliore applicando la saggezza senza tempo del buddismo ...

… Mi piacerebbe una guida pratica e accessibile che filtra la confusione esoterica spesso associata al buddismo e ad altre filosofie orientali. Uno che presenta una preziosa saggezza in un modo chiaro e facile da seguire ...

... e aspiri a vivere una vita più felice, più calma e più soddisfacente di quella che stai vivendo ora ...

... allora questo libro è assolutamente per te.

Visualizza il libro