Come uscire dalla tua testa: 9 consigli per smettere di pensare troppo a tutto

Come uscire dalla tua testa: 9 consigli per smettere di pensare troppo a tutto

I movimenti di pensiero positivo e di sviluppo personale esistono da molti anni. Una premessa di questi campi sempre più popolari è stata la comprensione e il miglioramento di noi stessi e quindi diventare più illuminati.

Nel corso degli anni, c'è stata una pletora di libri di auto-aiuto, webinar e corsi su Internet per aiutarti a diventare più consapevole.



Sempre più negli ultimi anni, però, ho affinato il mio modo di essere, che implica più un'accettazione della persona che sono, piuttosto che cercare sempre di migliorarmi, con tutte le mie ansie e debolezze.

Due approcci hanno davvero risuonato con me e hanno un forte impatto su come vivo.

Provengono da campi diversi. Uno è basato sulla filosofia orientale che, come sappiamo, esiste da migliaia di anni. L'altro è basato sulla terapia occidentale Terapia comportamentale cognitiva .

Quello che ho capito è che sono approcci simili con gli stessi risultati ma con un linguaggio diverso, uno proveniente dalla ricerca basata sull'evidenza e da una prospettiva del cervello sinistro mentre l'altro più da una filosofia spirituale orientale del cervello destro.

La cosa più importante è che questi approcci funzionino, indipendentemente da dove provengono e dalla lingua che usano.

Basato sulla terapia occidentale Terapia dell'accettazione e dell'impegno (ACT) è stato sviluppato negli ultimi 30 anni ed è diventato sempre più popolare.



Il professor Steven Hayes dell'Università del Nevada Reno è stato fortemente coinvolto così come medici e ricercatori a livello internazionale.

Il dottor Russ Harris, rinomato trainer di ACT, ha scritto una serie di ottimi libri su ACT, inclusi i molto popolari La trappola della felicità e ha un sito web con alcune risorse eccellenti. Ecco il link https://www.actmindfully.com.au/ .

La maggior parte dei modelli di terapia occidentali si concentra sulla riduzione di sintomi come stress, ansia e depressione. Ciò che differenzia ACT è che la qualità della vita dipende principalmente dall'azione in linea con i tuoi valori.

L'obiettivo è cambiare il tuo rapporto con i sintomi che hai, piuttosto che cercare di sbarazzartene, in modo che non ti trattengano più dal vivere una vita appagante.

In poche parole, l'obiettivo principale di ACT è aumentare la flessibilità psicologica, definita come la capacità di contattare il momento presente in modo più completo come essere umano cosciente e di cambiare o persistere nel comportamento quando ciò serve a fini stimati.

Secondo il dottor Russ Harris, ci sono sei processi fondamentali in ACT.



Contattare il momento presente

L'obiettivo qui è diventare più consapevoli e impegnarsi pienamente in tutto ciò che sta accadendo in questo momento, con curiosità e senza giudizio. Possiamo essere così assorbiti dai nostri pensieri, rimuginando sul passato o preoccupandoci per il futuro che spesso possiamo essere sul pilota automatico, non essere affatto presenti.

La consapevolezza si trova nelle antiche tradizioni spirituali e religiose come il buddismo, l'induismo, l'ebraismo, l'Islam e il cristianesimo. È stato solo un breve periodo di tempo che la psicologia occidentale ha riconosciuto i benefici dello sviluppo delle capacità di consapevolezza.

Il dottor Russ Harris dice,

'NELPossiamo usare la consapevolezza per 'svegliarci', connetterci con noi stessi e apprezzare la pienezza di ogni momento della vita. Possiamo usarlo per migliorare la nostra conoscenza di sé, per imparare di più su come ci sentiamo, pensiamo e reagiamo. Possiamo usarlo per connetterci profondamente e intimamente con le persone a cui teniamo, inclusi noi stessi. E possiamo usarlo per influenzare consapevolmente il nostro comportamento e aumentare la nostra gamma di risposte al mondo in cui viviamo. È l'arte di vivere consapevolmente, un modo profondo per migliorare la resilienza psicologica e aumentare la soddisfazione della vita '.

Defusion (Watch your Thinking )

Si tratta di fare un passo indietro e distaccarsi dai propri pensieri. È decisamente più facile a dirsi che a farsi, soprattutto quando hanno una componente emotiva. L'idea qui è di lasciare che i tuoi pensieri vadano e vengano. Tienili leggermente senza essere consumato da loro.



Devi riconoscere pensieri, sentimenti e ricordi per quello che sono veramente - solo parole e immagini, permettendo loro di andare e venire senza resistere.

A volte, possiamo essere consumati e di fatto ridotti in schiavitù da certi pensieri. La mente scimmia è un termine appropriato per questo tipo di pensiero. Ad esempio, può rimuginare sul passato, avere paura del futuro o persino qualcosa che una persona ti ha detto.

Spesso etichettare questi pensieri aiuta. Ecco la storia 'Non sono abbastanza bravo'. È un tale sollievo sapere che non siamo i nostri pensieri. Spesso sono il risultato dei nostri modelli di comportamento o di esperienze passate che sono state attivate.

Accettazione (Apri)

Questo è quando fai spazio perché quei pensieri, sentimenti e sensazioni siano lì. Lasciali stare. Una volta che inizi a sentirti frustrato dal fatto che questi pensieri persistono, sarai di nuovo coinvolto in essi.

È importante qui separarti da quei pensieri. È un tale sollievo sapere che sei molto più che pensieri, sentimenti, sensazioni, immagini persistenti e indesiderati.

Piuttosto che pensare che non sono abbastanza bravo, riformula il pensiero per dire che ho il pensiero che non sono abbastanza bravo. Questo può aiutarti a sganciarti dal pensiero.

(Per apprendere le tecniche per smettere di concentrarsi sul passato e vivere di più nel momento presente, dai un'occhiata al più famoso eBook di Hack Spirit sull'arte della consapevolezza Qui )

Sé come contesto

Quando parliamo della mente parliamo di due elementi distinti. C'è il sé pensante e il sé osservante. Siamo tutti chiari sulla mente pensante, sulla generazione di pensieri, ricordi, giudizi, piani, immaginazione, ecc.

Il sé che osserva è l'aspetto di noi che è consapevole di qualunque cosa stiamo pensando, giudicando ecc. In ACT questo è chiamato sé come contesto. Nella filosofia orientale, si chiama pura consapevolezza. Il dottor Russ Harris afferma,

'Mentre attraversi la vita, il tuo corpo cambia, i tuoi pensieri cambiano, i tuoi sentimenti cambiano, i tuoi ruoli cambiano, ma il' tu 'che è in grado di notare o osservare tutte quelle cose non cambia mai. È lo stesso 'tu' che è stato lì per tutta la vita. Con i clienti, ci riferiamo generalmente ad esso come 'il sé osservante' piuttosto che usare il termine tecnico 'sé come contesto'.

Quando parliamo di fare un passo indietro e osservare i nostri pensieri, questo è ciò che intendiamo. Questa è la capacità di essere consapevoli dei propri pensieri senza esserne immersi, potendo avere un certo livello di distacco. Impossibile a volte lo so!

Valori (sapere cosa conta)

Questa è parte integrante del processo ACT. Questo è il momento in cui chiarisci quali sono i tuoi valori fondamentali, come vuoi comportarti in tutti gli aspetti della tua vita.

In ACT Made Simple, il dottor Russ Harris confronta i valori con una bussola perché ci danno direzione e guida nel nostro continuo viaggio nella vita.

Ci sono molte risorse disponibili per aiutarti ad articolare i tuoi valori. Quando definiamo i nostri valori, ci aiuta a essere più consapevoli di chi siamo veramente e di cosa rappresentiamo. Ci sono alcune grandi attività sul link che ho fornito sopra.

Azione impegnata

Questo è quando agisci in linea con i tuoi valori. Questo ti dà lo slancio, la cosa importante qui è che qualunque azione decidi di intraprendere sai che stai seguendo i tuoi valori fondamentali.

Le abilità che possono aiutarti a vivere una vita basata sui valori includono la definizione degli obiettivi, lo sviluppo delle capacità di consapevolezza e meditazione, la gestione del tempo, la pratica della cura di sé e della compassione, nonché lo sviluppo della resilienza.

Secondo il dottor Russ Harris, agire in modo impegnato significa 'fare quello che serve' per vivere secondo i nostri valori, anche se questo genera dolore e disagio.

Come afferma in ACT Made Simple, l'obiettivo principale di ACT è aumentare la flessibilità psicologica. In altre parole, è la capacità di 'essere presente, aprirsi e fare ciò che conta'.

Maggiore è la nostra capacità di essere pienamente consapevoli, di essere aperti alla nostra esperienza e di agire in base ai nostri valori, maggiore è la nostra qualità di vita perché possiamo rispondere in modo molto più efficace ai problemi e alle sfide che la vita inevitabilmente porta.

Proviamo un senso di vitalità

Vivendo in questo modo, impegnandoci pienamente nella nostra vita e vivendo in linea con i nostri valori, sviluppiamo un senso di significato e scopo e sperimentiamo un senso di vitalità.

In ACT Made Simple, la vitalità si riferisce alla sensazione di essere pienamente vivi e di abbracciare il qui e ora, indipendentemente da come ci si possa sentire in questo momento.

Il vero successo è quando stai vivendo una vita basata sui valori, essendo completamente impegnato nel presente, indipendentemente da come ti senti ed essendo completamente aperto alle tue esperienze. Puoi fissare obiettivi che non raggiungi, ma se stai vivendo una vita guidata dai tuoi valori, stai vivendo una vita di successo.

In sintesi, ACT sta per:

A = Accetta i tuoi pensieri e sentimenti e sii presente

C = Scegli una direzione stimata

T = Agisci.

L'anima senza legami

L'altro approccio da cui sono stato molto influenzato proviene da un libro basato sulle filosofie orientali che utilizza pezzi di testi yogici come risorsa. Il libro è L'anima senza legami di Michael A Singer, fondatore di una società di software medico multimilionaria e fondatore di Temple of the Universe, un centro di yoga e meditazione per persone di qualsiasi religione o credo per sperimentare la pace interiore.

The Untethered Soul è un racconto spirituale accessibile, di facile lettura e non si basa su alcuna teoria particolare.

Descrive come puoi separarti dal tuo ego e raggiungere uno stato di benessere e accettazione, lasciando che la tua energia fluisca attraverso di te, piuttosto che bloccarla o sopprimerla.

The Untethered Soul è pieno di saggezza ed esprime in modo eloquente molte idee e teorie negli ultimi decenni.

In particolare, ha molte somiglianze con alcuni dei processi fondamentali in ACT, in particolare il secondo processo centrale, Defusion o Watch your Thinking.

Il primo passo per avere un'anima libera è rendersi conto che tutti noi abbiamo una voce interiore incessante che parla senza sosta, dirigendo la nostra vita.

Una volta che ne sei consapevole, puoi fermarti, fare una pausa e fare un passo indietro per guardare cosa sta realmente accadendo per te.

Michael Singer scrive,

“Considera la voce come un meccanismo di vocalizzazione in grado di far sembrare che qualcuno sia lì dentro a parlarti. Non pensarci; notalo. Non importa cosa dice la voce, è sempre lo stesso. Non importa se sta dicendo cose carine o cose cattive, cose del mondo o cose spirituali. Non importa perché è ancora solo una voce che parla nella tua testa. In effetti, l'unico modo per prendere le distanze da questa voce è smetterla di differenziare ciò che sta dicendo. '

Singer la chiama la differenza tra te e il tuo io personale. Il tuo sé è il puro flusso di consapevolezza. Il tuo sé personale è l'identità che sviluppi, basata sulla percezione della tua voce interiore e modelli di pensiero. Questo è molto simile alla mente pensante e alla mente osservante descritte nel processo Sé come contesto in ACT.

Michael Singer dice,

“Non c'è niente di più importante per la vera crescita che rendersi conto che non sei la voce della mente - sei tu che la ascolta.

Un giorno capirai che non serve a niente quel chiacchiericcio interno incessante, e non c'è motivo di cercare costantemente di capire tutto. Alla fine vedrai che la vera causa dei problemi non è la vita stessa. È la confusione che la mente fa riguardo alla vita che causa davvero problemi. '

Liberati dai nostri pensieri

In sostanza, sia ACT che The Untethered Soul ci aiutano a liberarci dalla costante attività della mente ea non essere schiavi dei nostri pensieri.

Allontanarsi dai nostri pensieri è uno strumento davvero utile per aiutarci a vivere la vita alle nostre condizioni e non solo ai termini diretti dal chiacchiericcio incessante interiore.

Che sollievo sapere che non sono i nostri pensieri che determinano come vogliamo vivere la nostra vita.

In effetti, è il nostro atteggiamento verso quei pensieri costanti e lo sforzo che facciamo per impegnarci pienamente nel presente, essere completamente aperti alle nostre esperienze e vivere in linea con i nostri valori, che alla fine definisce una vita veramente di successo.

(Se stai cercando un framework strutturato e facile da seguire per aiutarti a trovare il tuo scopo nella vita e raggiungere i tuoi obiettivi, controlla il mio eBook su come essere il tuo life coach qui ).