Gli scienziati di Harvard dicono che l

Gli scienziati di Harvard dicono che l'esercizio fisico può aiutarti a vivere più a lungo

Vedo che questa domanda viene posta TUTTO il tempo.

Ecco il punto ...



Quando cerchi storie di centenari che descrivono come hanno vissuto così a lungo, le storie variano enormemente: uno potrebbe dire che mangiavano pancetta ogni giorno, un altro potrebbe affermare che il jogging quotidiano è la chiave per una lunga vita, e un altro potrebbe dire che lo sono stati bere alcolici ogni giorno negli ultimi novant'anni.

Quindi, come puoi elaborare le abitudini che ti daranno le migliori possibilità di vivere una vita più lunga?

Ricerca scientifica, e tanto!

La ricerca è progettata per eliminare i fattori che non puoi controllare e anche per essere statisticamente significativa per la maggior parte dei partecipanti.

E più la ricerca è positiva, maggiori sono le possibilità che ti avvantaggi effettivamente.

E studio dopo studio, gli scienziati hanno scoperto che esiste un fattore comune che può aiutare le persone a vivere una vita più lunga e più attiva: l'esercizio.



I medici di solito raccomandano almeno mezz'ora di esercizio fisico, cinque giorni a settimana o circa 150 minuti di esercizio moderato a settimana.

E anche per una buona ragione: non solo gli studi lo hanno suggerito l'esercizio fisico può prolungare la durata della vita , ma hanno anche suggerito che può migliorare la forza cognitiva e generalmente mantieni il tuo cervello sano e attivo .

Beat Out the Sweat, Beat In the Life

La Harvard University School of Public Health ha recentemente pubblicato uno studio che ha esaminato il tipo esatto di esercizio ritenuto più efficace nel ridurre in modo significativo il tasso medio di mortalità.

Il segreto è un'attività fisica da moderata a vigorosa, nota anche come MVPA. L'MVPA fondamentalmente include esercizi che ti costringono a sudare, alzando il battito cardiaco e spingendoti leggermente più di quanto ti senti a tuo agio.

Attività come ciclismo leggero, nuoto e camminata veloce rientrano tutte in questa categoria.



Per trovare questi risultati, lo studio ha esaminato un totale di 16.741 donne in un periodo di quattro anni. Si è scoperto che i partecipanti che si erano impegnati attivamente in un'attività fisica da moderata a intensa per tutta la vita Tassi di mortalità inferiori dal 60 al 70% rispetto ai partecipanti che generalmente vivevano vite senza esercizio o stili di vita sedentari.

Cambiare metodologia e migliorare i risultati

Per quanto grande possa essere lo studio, è facile pensarlo come un altro studio che elogia i grandi benefici dell'esercizio.

Tuttavia, c'è qualcosa in questo studio che lo rende leggermente più accurato della maggior parte di quelli che lo hanno preceduto.

Secondo l'autore principale dello studio, il professore di Harvard I-Min Lee, specializzato in epidemiologia, l'unico aspetto del loro studio che lo ha reso molto più affidabile degli studi precedenti sulla connessione tra esercizio e durata della vita è stata la loro metodologia.



Considerando che altri studi sono giunti a conclusioni simili per quanto riguarda l'esercizio e la durata della vita, tali conclusioni avrebbero potuto essere modellate da bias di conferma; cioè, poiché ci aspettiamo già che l'esercizio possa aggiungere anni alla vita umana media, allora è più facile credere in collegamenti che potrebbero dimostrare che è così, anche se quei collegamenti non sono veramente definitivi in ​​primo luogo.

Questo perché molti studi si basano interamente su risultati auto-riferiti: i partecipanti sono scelti per prendere parte allo studio e sono invitati a inviare aggiornamenti sulla loro salute e condizione per un certo periodo di tempo.

Il problema con questa tecnica di raccolta dati è che non si può fare affidamento sull'individuo medio per fornire informazioni coerentemente veritiere.

Potrebbero soffrire essi stessi di pregiudizi di conferma (coloro che si esercitano credono di essere più sani di quanto non siano in realtà), oppure potrebbero ricordare male quanto si esercitano o esagerare determinati dettagli. In definitiva, è un modo imperfetto di raccogliere dati.

Ma Lee voleva affrontare questo problema conducendo uno studio in cui i dati potevano essere assolutamente attendibili. Lo hanno fatto con l'uso di un dispositivo noto come accelerometro triassiale.

I partecipanti hanno indossato questo dispositivo per quattro anni, che ha raccolto informazioni sulla loro attività fisica; quanto si esercitavano e in che misura.

Quanto è davvero utile l'esercizio

Ciò che hanno trovato attraverso questo mezzo più accurato di raccolta dei dati non solo ha fornito una prova più definitiva del legame tra l'esercizio e l'estensione della durata della vita.

Ha anche scoperto che le precedenti stime di quanto utile potesse essere l'esercizio erano inferiori ai loro stessi risultati. Lo studio di Lee ha scoperto che l'esercizio era molto più vantaggioso di quanto pensassimo in precedenza.

Come Lee descritto a Psychology Today, studi precedenti che si basavano su dati auto-riportati generalmente stimavano una riduzione del tasso di mortalità dal 20 al 30%, mentre il loro studio ha rilevato una riduzione dal 60 al 70%.

Nella comunità scientifica, una differenza enorme fino al 40% può essere considerata un punto di svolta.

Allora, cosa stai aspettando? Mettiti subito quelle scarpe da jogging.