Depressione esistenziale: che cos

Depressione esistenziale: che cos'è e 10 modi per superarla

Le persone si deprimono per molte ragioni. Ma hai mai sentito parlare di depressione esistenziale?

Si verifica quando una persona riflette profondamente il significato della propria vita. Quando si è troppo presi dalla ricerca dello scopo e del significato dell'esistenza, inizia la crisi esistenziale.



Secondo il famoso psichiatra Irvin Yalom, autore di Psicoterapia esistenziale , ci sono 4 cause principali di questo tipo di depressione:

1. Morte

Quando la causa delle depressioni ruota attorno alla morte e all'incapacità di vedere oltre la morte del nostro corpo, è esistenziale. Pensi profondamente all'inevitabile fine delle nostre vite fisiche. Inoltre, rifletti su come la morte pone fine alle nostre forme mentali e spirituali.

Alcune persone hanno fede che c'è vita dopo la morte, ma altri lottano con la brusca conclusione che non c'è niente dopo la morte. Per loro, se la morte è il fine finale, allora che senso ha vivere?

2. Libertà

Ogni persona vuole la libertà: libertà di fare le cose che vuole e di dire quello che vuole dire. Per secoli abbiamo combattuto per la nostra libertà in dibattiti, manifestazioni e guerre. Tuttavia, Yalom ha detto che la mente umana non può comprendere appieno la libertà.

Secondo lui, la libertà nasce dalla mancanza di struttura. Sebbene abbiamo leggi e tradizioni, non siamo vincolati da esse.

Possiamo ancora fare ciò che vogliamo e possiamo ancora agire in un modo o nell'altro. Come esseri umani, abbiamo la libertà di forgiare un percorso di nostra creazione.



Yalom ha detto che questo è un principio terrificante che provoca la depressione esistenziale. Perché se siamo liberi, allora abbiamo la libertà di fare scelte sbagliate.

Questo motivo da solo può causare una crisi esistenziale.

3. Isolamento

L'isolamento è un'altra idea preoccupante che la mente non può comprendere appieno. Come esseri umani, interagiamo con altre persone e creature.

Tuttavia, per quanto conosciamo bene i nostri amici, famiglie e animali domestici, non potremo mai sperimentare cosa significa essere quella persona, cosa o forma di vita.

Così come non possiamo conoscerli completamente, anche loro non sono in grado di conoscerci completamente. Ciò che pensiamo è chiuso a tutti gli estranei e la nostra coscienza è solo nostra.

Chi soffre di depressione esistenziale causata dall'isolamento pensa che siamo soli nella nostra esistenza. Perché anche se possiamo condividere i nostri pensieri, vedere il nostro mondo, ascoltare i suoni e toccare tutto, il mondo non siamo noi e noi non lo siamo.



4. Assenza di significato

L'assenza di significato è il culmine della morte, della libertà e dell'isolamento.

Quando si pensa profondamente alla nostra esistenza temporanea, incerta e solitaria, alcune menti iniziano a cadere nella fossa della depressione.

Ora che abbiamo appreso cosa scatena la depressione esistenziale, ecco 10 modi per affrontarla:

1. Farmaco

Secondo questo articolo , uno squilibrio chimico nel cervello provoca depressione. Per questo motivo, gli psichiatri prescrivono antidepressivi per aiutare a modificare la chimica del proprio cervello.
Se sei preoccupato per gli effetti collaterali, devi sapere che non sono sedativi, 'tomaie' o tranquillanti. Inoltre non creano assuefazione e non hanno un effetto stimolante sulle persone che non soffrono di depressione.

Invece, producono miglioramenti evidenti entro la prima o due settimane di utilizzo. Tuttavia, se un paziente non si sente meglio dopo diverse settimane di utilizzo, lo psichiatra può modificare la dose del farmaco o aggiungere o sostituire un altro antidepressivo.



È molto importante informare il medico se un farmaco non funziona o se si verificano effetti collaterali. Inoltre, si consiglia di continuare a prendere farmaci per sei o più mesi dopo che i sintomi sono migliorati.

2. Psicoterapia

La psicoterapia, chiamata anche 'terapia della parola', viene talvolta utilizzata per il trattamento della depressione lieve. Quando la depressione è da moderata a grave, viene utilizzata insieme ai farmaci antidepressivi.

Terapia comportamentale cognitiva o CBT è un trattamento efficace per la depressione. È una forma di terapia focalizzata sul presente e sulla risoluzione dei problemi. A sua volta, aiuta una persona a riconoscere il pensiero distorto e quindi a cambiarlo per un risultato positivo.

In psicoterapia può coinvolgere solo l'individuo, ma può includere anche altre persone vicine al paziente. Esiste anche una terapia di gruppo in cui coinvolge persone con malattie simili. In molti casi, si può ottenere un miglioramento significativo entro 10-15 sessioni.

3. Terapia elettroconvulsivante

L'ECT è utilizzato per le persone con grave depressione maggiore o disturbo bipolare che non hanno risposto ad altri trattamenti. Questo trattamento prevede una breve stimolazione elettrica del cervello mentre il paziente è sotto anestesia.

L'ECT viene somministrato due o tre volte a settimana per un totale di sei-12 trattamenti. Sebbene questo sia piuttosto spaventoso per alcuni, ricerca dice che ha portato a importanti miglioramenti.

4. Esercizio

Secondo a studia , l'esercizio fisico è un trattamento efficace per il disturbo depressivo maggiore. Il fattore determinante per la riduzione e la remissione dei sintomi è il dispendio energetico totale. Quindi, non importa se ti alleni 3 giorni a settimana o 5 giorni a settimana. Ciò che conta è impegnarsi in 30 minuti o più di attività fisica di intensità moderata. Ovviamente, se lo fai tutti i giorni della settimana, puoi anche ridurre il rischio di morte prematura e morbilità.

5. Evita l'alcol

Secondo WebMD , esiste un legame tra alcol, droghe e depressione. Afferma che quasi un terzo delle persone che soffrono di depressione maggiore ha anche un problema di alcol.

L'alcol è considerato un depressivo, il che significa che qualsiasi quantità bevuta avrà più probabilità di ottenere il blues.

6. Abbi cura di te

Puoi anche migliorare i sintomi della depressione prendendoti cura di te stesso. Dormi molto, segui una dieta sana, evita le persone negative, impara a dire di no e partecipa ad attività piacevoli.

7. Parla con qualcuno

Anche se ti senti come se nessuno ti capisse, vale la pena provare una terapia verbale di qualche tipo. Logoterapia è un approccio psicoterapeutico sviluppato da Viktor Frankl. Si concentra sulla ricerca del significato dell'esistenza umana.

8. Accetta l'incertezza

La cosa più comune che infastidisce molti molti malati è l'enorme portata delle incognite coinvolte. Quando pensi a ciò che accade dopo la morte, è pensare all'ignoto che non ha risposta.

Nessuna quantità di pensiero ti porterà a una risposta definitiva alle domande sul perché stiamo vivendo e cosa succede dopo la morte.

La morte, il libero arbitrio o lo scopo sono misteri e accettarlo può risolverlo fardello dal pensiero costante .

9. Concentrati su ciò che PUOI, non su ciò che NON PUOI

Non puoi influenzare tutte le persone. La tua influenza è limitata, ma invece di lasciarti abbattere, considera tutti i tanti piccoli modi in cui puoi influenzare la vita delle persone intorno a te. Anche se la tua portata è limitata, puoi comunque creare un effetto positivo su coloro che sono alla tua portata.

10. Addolorarsi

Va bene piangere. Se hai subito una perdita, devi lasciarti addolorare, addolorarti per gli altri che se ne sono andati e per te stesso.

Se soffri di depressione esistenziale, è importante cercare un trattamento. Ricorda che non sei solo: la tua famiglia e i tuoi amici sono lì per te in ogni fase del percorso.