Il whisky va a male? Quanto dura?

Il whisky va a male? Quanto dura?

Hai mai trovato una bottiglia di whisky nascosta sul retro dell'armadietto dei liquori e ti sei chiesto se migliora con l'età o se dovrebbe essere gettata? Il whisky è come un buon vino che migliora nel tempo o può andare a male?

Lasciati sigillati al buio, whisky e superalcolici possono durare per anni. L'elevata gradazione alcolica dei liquori che sono stati ridotti tramite distillazione li protegge da muffe e batteri che distruggeranno il prodotto una volta sigillata la bottiglia.



Tuttavia, a differenza di vino , il whisky non migliora con l'età una volta imbottigliato e nel tempo subirà modifiche al sapore, in particolare una volta aperto.

Contenuti mostrare
Periodo di validità del whisky
Come sapere se il whisky è andato a male
Il vecchio whisky può farti ammalare?
Come conservare il whisky

Periodo di validità del whisky

Tutte le varietà di whisky - inclusi normale, segale, bourbon, scotch e il famoso Jack Daniels - hanno una durata di conservazione quasi indefinita se conservate correttamente, ma ci sono cose da considerare sia per le bottiglie aperte che per quelle non aperte.

  • Bottiglie non aperte – Se conservato correttamente, il tuo whisky può durare almeno 10 anni – probabilmente molto di più – prima che si verifichino cambiamenti evidenti nel gusto o nella qualità. Tieni presente che il whisky può ancora evaporare attraverso il tappo, quindi potrebbe iniziare a diminuire di volume anche quando è ancora sigillato.
  • Bottiglie Aperte – Una bottiglia di whisky aperta ha una durata che va da sei mesi a due anni. Al diminuire della quantità di liquido, aumenta la quantità di aria, accelerando l'ossidazione e modificando il sapore del whisky.
bicchiere di whisky

Se è rimasta circa mezza bottiglia, dovresti berla entro sei mesi. Se è rimasto un quarto o meno, finiscilo entro tre mesi.

Come sapere se il whisky è andato a male

Sebbene il whisky cambi nel tempo, il whisky non va male. Molti intenditori di whisky in realtà apprezzano le sottili alterazioni del gusto e dell'aroma che si verificano quando il whisky si 'stanca'.

Una volta aperto, il whisky inizia ad evaporare. Perché alcol evapora più rapidamente dell'acqua, potresti perdere parte del calcio alcolico, il che si traduce in una bevanda più liscia e più dolce.

I cambiamenti che si verificano quando l'aria reagisce con il whisky sono imprevedibili: a volte il whisky può migliorare e altre volte può diventare sgradevole.



Più basso è il livello di whisky rimanente, più velocemente si verificano i cambiamenti. Ecco alcune cose che potrebbero indicare che il tuo whisky è oltre la collina.

  1. Controlla il colore – Man mano che alcuni dei componenti acquosi evaporano, il whisky può diventare più scuro e leggermente sciropposo. Se è di colore più chiaro, potrebbe indicare che è stato esposto a troppa luce solare.
  2. Assaggiarlo – se è meno forte di quanto sei abituato, con evidenti cambiamenti di sapore, è probabile che sia vecchio. Tuttavia, sarà perfettamente sicuro da bere se lo trovi ancora di tuo gradimento.

Il vecchio whisky può farti star male?

Il whisky che si è ossidato non è pericoloso da bere. Potrebbe avere un sapore e un odore leggermente diversi dal normale, ma non c'è alcun pericolo nel consumare whisky che è passato al meglio.

Come conservare il whisky

L'alcol ha due nemici coerenti: la luce e l'aria. Se la tua bottiglia di whisky viene lasciata sigillata e conservata al buio, durerà quasi all'infinito.

L'esposizione alla luce solare è un grande no-no. I raggi UV sbiadiranno il colore del whisky, accelerandone il naturale declino.

Tieni presente che il whisky con tappo, a differenza del vino, non deve mai essere conservato su un lato. I tappi per whisky non si chiudono ermeticamente come i tappi per vino e il whisky e con il tempo evaporeranno o coleranno attraverso il tappo.

Se il tuo whisky ha un tappo a vite, assicurati di controllarlo regolarmente e riavvitare il tappo, poiché i tappi a vite possono allentarsi da soli.



Dopo l'apertura, puoi proteggere il tuo whisky dalla luce tenendo chiuso l'armadietto dei liquori. Anche al riparo dalla luce, una bottiglia già aperta soffrirà di una certa esposizione all'aria, consentendo l'ossidazione, che altererà il sapore del tuo whisky.

Se non ti piace il sapore del whisky ossidato ma desideri conservarlo per un periodo più lungo, puoi versarlo in bottiglie più piccole una volta aperte. Ciò riduce la quantità di aria all'interno e aiuta il whisky a rimanere buono più a lungo.

Il whisky dura meglio a temperature un po' più fresche della temperatura ambiente - circa 60-67 F - ma in caso di necessità, la conservazione a temperatura ambiente sarà sufficiente. Evitare qualsiasi temperatura estrema o sbalzi di temperatura.