Il miele va a male? Quanto dura?

Il miele va a male? Quanto dura?

Stai preparando una ricetta deliziosa che richiede un bel tocco di miele. Prendi il tuo barattolo di miele dalla dispensa solo per trovarlo croccante e non così dolce.

Ne hai davvero bisogno, ma chissà da quanto tempo è in agguato nella dispensa? Allora, il miele fa male? Probabilmente no.



Il miele da solo non andrà a male. In effetti, è uno dei pochi alimenti che non ha davvero bisogno di un data di scadenza . Molti fattori rendono il miele così duraturo, come il contenuto di acqua e l'acidità. Anche se il tuo miele è denso e zuccherino, probabilmente va bene usarlo, purché non ci sia odore di rancido o cattivo gusto.

Contenuti mostrare
Periodo di validità del miele
Come capire se il miele fa male?
Aiuto! Il mio miele è diventato scuro!
Il miele va a male quando si cristallizza?
Puoi ammalarti mangiando miele vecchio?
Conservare il miele nel modo giusto

Periodo di validità del miele

A seconda di dove hai preso il miele, potrebbe avere o meno una data di scadenza sulla confezione.

miele crudo e favo

Anche se il miele potrebbe potenzialmente durare per migliaia di anni, vedi miele commestibile trovato nelle tombe egizie, è più probabile che il tuo non abbia quella durata.

Ecco una guida rapida per aiutarti.

  • Miele grezzo – da 2 a 5 anni
  • Miele pastorizzato – da 3 a 5 anni
  • Miele Filtrato – da 3 a 5 anni
  • Miele non filtrato – da 2 a 5 anni
  • Miele in bottiglia – da 3 a 5 anni
  • aperto miele – Da 2 a 5 anni da quando è stato acquistato
  • Miele non aperto – fino a 5 anni a scaffale, poi da 2 a 5 anni dalla data di apertura
  • Miele con il pettine – da 2 a 5 anni

La scadenza di due anni è un numero standard che i produttori di miele utilizzano per il miele venduto commercialmente. Questo non è necessariamente un dato di fatto, poiché il miele che è stato adeguatamente confezionato e conservato può avere un durata di conservazione di 10 anni o più .

Il motivo della scadenza di due anni è più per il gusto che per la qualità. Dopo alcuni anni, un contenitore di miele aperto e usato può perdere lentamente sapore e aroma. Probabilmente non sarà marcio nel senso tradizionale, ma non avrà il sapore del miele fresco.



Il tipo di miele non fa molta differenza sulla durata di conservazione.

L'unica differenza tra miele crudo e miele pastorizzato è che il miele pastorizzato è stato lavorato con l'uso del calore.

Questo aiuta a uccidere tutti i batteri, come il botulino, che potrebbero nascondersi nel miele e conferisce al miele pastorizzato, al miele filtrato e al miele in bottiglia una durata di conservazione leggermente più lunga.

Come capire se il miele fa male?

Il più grande indizio che il miele è diventato rancido è l'odore. Dal momento che lievito e batteri faranno andare a male il miele, ci sarà un odore puzzolente e acido nel miele normalmente dall'odore dolce.

Anche se il miele può sembrare lo stesso del solito, ci sarà un cattivo sapore oltre all'odore. Avrà un sapore acido, non dolce. Il miele avariato dovrebbe essere evidente quando apri il barattolo.

Aiuto! Il mio miele è diventato scuro!

L'oscuramento del miele è totalmente naturale. Questo è uno dei normali cambiamenti fisici del miele durante la conservazione. Il miele scurito è totalmente sicuro da mangiare, anche se potresti notare una leggera riduzione dell'intensità del sapore.



Il miele va a male quando si cristallizza?

Il miele cristallizzato è un problema comune. Dopo essere rimasti seduti per un po' di tempo, i tipi di miele più naturali, come quelli crudi o non filtrati, lo faranno sicuramente cristallizzare . Ciò è dovuto alle particelle nel miele. Possono essere qualsiasi cosa, dagli enzimi al polline e non sono dannosi.

Fanno in modo che il glucosio si granuli più rapidamente, il che si traduce nella consistenza granulosa del miele cristallizzato.

Per risolvere questo problema, metti semplicemente il tuo barattolo di miele in un contenitore di acqua tiepida e mescola finché i cristalli non si dissolvono.

Anche se il miele ha proprietà meravigliose che gli impediscono di andare a male, ciò non significa che non possa accadere. Se sei in dubbio, buttalo via!

Puoi ammalarti mangiando miele vecchio?

Mangiare miele vecchio probabilmente non ti farà ammalare molto. In effetti, il miele vecchio e 'viziato' è ciò che crea l'idromele, una bevanda alcolica. Lievito e acqua sono ciò che fa andare a male il miele attraverso la fermentazione del zuccheri .



Si dice che il miele sia naturalmente antibatterico per una serie di motivi. Poiché il miele è acido e non contiene molta umidità, molti batteri semplicemente non possono sopravvivere al suo interno. Quindi, i batteri normali che causerebbero muffe o altri problemi evidenti di solito non si trovano nel miele.

Anche se avrà un sapore molto disgustoso, è improbabile che il miele vecchio ti mandi dal medico. Il miele molto acido e marcio può darti mal di stomaco se mangiato in grandi quantità (il che è improbabile, dato il sapore orribile!) ma un cucchiaino di miele vecchio non è probabile che abbia un grande effetto.

Conservare il miele nel modo giusto

La cosa più importante per evitare che il miele vada a male è conservarlo correttamente. Per fare questo, devi tenere tutta l'umidità fuori dal tuo contenitore di miele.

Assicurati che il coperchio sia ben chiuso in modo che tutta l'acqua rimanga fuori. Se il miele essiccato sul coperchio impedisce una chiusura ermetica, rimuovere il coperchio e pulirlo con acqua calda. Lascia che si asciughi completamente prima di rimetterlo sul contenitore del miele e dovresti essere a posto.

La corretta conservazione del miele impedirà anche che si cristallizzi così rapidamente. I barattoli di vetro tenuti a temperatura ambiente sono la soluzione migliore. I contenitori di plastica – che sono più porosi – e la temperatura fresca del frigorifero possono far cristallizzare rapidamente il miele.

Mantieni il tuo miele sigillato e asciutto e rimarrà dolce per gli anni a venire!