Lo champagne va a male? Quanto dura?

Lo champagne va a male? Quanto dura?

Stappare una bottiglia di champagne è associato a occasioni e celebrazioni speciali. Forse hai una bottiglia nascosta in attesa di quell'anniversario, della laurea o solo di un giorno di pioggia! Ma per quanto tempo puoi conservare lo champagne e quanto durerà una volta aperto? Lo champagne va mai a male?

Lo champagne non diventa rancido, ma perderà parte della sua essenziale bollicina nel tempo. Il consumo di champagne piatto sfida l'intero scopo di berlo, quindi in un certo senso può andare a male.



Lo champagne normale può durare non aperto per circa tre o quattro anni, mentre lo champagne d'annata ha una durata doppia.

Il modo migliore per godersi tutte le bollicine dello champagne è finire la bottiglia durante la celebrazione per la quale è stata aperta! Se ciò non è possibile, tieni presente che la tua bottiglia di champagne aperta inizierà a consumarsi entro quarantotto ore.

Contenuti mostrare
Periodo di validità dello champagne
Quanto dura lo champagne una volta aperto?
Quanto dura lo champagne non aperto?
Come capire se lo champagne fa male?
Cosa succede se bevi uno champagne scadente?
Come conservare lo champagne
Temperatura di servizio dello champagne

Periodo di validità dello champagne

Lo champagne è un vino bianco frizzante carico di bollicine. Il vero champagne è prodotto con il Metodo Champagne. Il vino viene fatto fermentare in tini e poi rifermentato in bottiglia per la formazione di bollicine di anidride carbonica. Queste bollicine fanno “scoppiare” lo champagne all'apertura della bottiglia.

Champagne

Le bottiglie di champagne possono essere invecchiate dai dieci ai quindici anni.

I magnum di champagne offrono l'opportunità di invecchiamento più coerente e matureranno in un vino con bollicine fini e di lunga durata. La complessità del sapore dello champagne sigillato in una magnum può maturare per due o tre decenni se adeguatamente conservata.​

Champagne vintage e champagne non vintage hanno una durata di conservazione diversa. Lo champagne vintage è unico perché è stato realizzato utilizzando uve provenienti da un solo raccolto di un anno, mentre lo champagne non vintage utilizza uve raccolte in anni diversi.



Lo champagne d'annata è di qualità superiore e quindi più costoso. Se la tua bottiglia di champagne ha un anno stampato sull'etichetta, significa che è una bottiglia vintage.

Sebbene vino frizzante è simile allo champagne, ci sono differenze durante i processi di produzione e imbottigliamento che danno qualità leggermente diverse. Prima dell'apertura, lo spumante ha una durata di conservazione prevista simile a quella dello champagne non millesimato: circa tre o quattro anni. Ma dopo l'apertura, si appiattirà in uno o due giorni.

GUARDA ANCHE: Il vino va a male? ?

Quanto dura lo champagne una volta aperto?

Una volta aperto lo champagne, ossidazione inizierà ad alterare il suo sapore. Inoltre, lo champagne perde la sua qualità frizzante nel giro di un paio di giorni una volta rimosso il tappo.

Con champagne sia vintage che non vintage, consuma il prima possibile per l'effervescenza più deliziosa. Le stime danno da tre a cinque giorni al massimo prima che lo champagne finisca le bollicine.

Quanto dura lo champagne non aperto?

Mentre è ancora sigillato, lo champagne può essere conservato per diversi anni.



Lo champagne d'annata rimarrà buono per cinque-dieci anni dopo l'acquisto se conservato correttamente. Lo champagne non vintage manterrà le sue migliori qualità solo per tre o quattro anni dopo l'acquisto.

Se conservato correttamente, il tuo champagne dovrebbe essere frizzante e delizioso all'apertura. Il brivido del sapore dello champagne è portato dalle bollicine, quindi non lasciarlo andare!​

Come capire se lo champagne fa male?

Sfortunatamente, non c'è modo di sapere se lo champagne si è sgonfiato senza aprire la bottiglia. Anche se tecnicamente non va male, si appiattisce - il che significa che è buono come scaduto - lo champagne senza bollicine è come cioccolato senza cacao!

Il vecchio champagne subirà le seguenti modifiche:

  1. bolle – lo champagne è progettato per essere super frizzante. Se apri un bobble e non c'è molto di un 'pop', o c'è poco o nessun fizz rimasto, è troppo vecchio per essere goduto.
  2. Gusto – lo champagne giovane dovrebbe avere una qualità brillante e agrumata. Nel tempo, i sapori diventano più morbidi e possono iniziare ad avere un sapore più ricco con un sapore più di lievito.

Cosa succede se bevi uno champagne scadente?

Lo champagne non può andare a male a meno che in qualche modo tu memorizzato terribilmente sbagliato con un coperchio aperto ed è stato contaminato da sostanze che possono ammuffire. Se questo è il caso, sarà molto ovvio e non lo consumerai inavvertitamente!



Bere champagne vecchio è perfettamente sicuro, ma non molto soddisfacente o piacevole.

Come conservare lo champagne

Conservare lo champagne in frigorifero per lunghi periodi può influire sul suo sapore. L'ambiente all'interno di un frigorifero tende ad essere piuttosto secco, il che può causare l'essiccazione del tappo, l'allentamento e l'accelerazione dell'ossidazione dello champagne.

  • Per la conservazione a lungo termine, conservare champagne e spumante in un luogo fresco e al riparo dalla luce solare diretta. Scegli un luogo che abbia una temperatura costante. Se lo vuoi freddo per servire, mettilo in frigo uno o due giorni prima di usarlo, o divertiti usando un secchiello per il ghiaccio.
  • Per la conservazione a breve termine, ti consigliamo di tenere le bottiglie di champagne in posizione verticale. Ma per la conservazione a lungo termine, in particolare per i vini d'annata, dovresti conservarli su un lato per evitare che il tappo si secchi.

Gli sbalzi di temperatura possono deteriorare rapidamente lo champagne o lo spumante. Le migliori temperature di conservazione a lungo termine per lo champagne sono comprese tra 40 e 50 gradi Fahrenheit (da 7 a 10 gradi Celsius).​

Tieni sempre lo champagne lontano dalla luce, perché questo lo fa ossidare e può danneggiare il sapore. La maggior parte degli champagne di alta qualità viene imbottigliata in bottiglie verde scuro o nere.

Una volta stappato, un normale tappo di sughero non fornirà una buona tenuta per una bottiglia di champagne. In effetti, la carbonatazione può far saltare un normale tappo di sughero dalla bottiglia.

Per aiutare il tuo spumante a rimanere tale, considera di investire in un tappo per bolle. Questi strumenti incernierati consentono di sigillare la bottiglia dall'esterno, mantenendo le bolle all'interno e l'aria ossidante fuori.

Mantieni il tuo champagne freddo per mantenere il sapore e l'effervescenza. Un'altra opzione invece di usare un tappo a cerniera è inserire un cucchiaio di metallo con il manico lungo nel collo della bottiglia.

Questo cucchiaio di metallo manterrà la temperatura fresca del frigorifero e abbasserà la temperatura del vino dall'interno della bottiglia. Naturalmente, questo rende impossibile tappare o sigillare per mantenere le bolle, quindi non è una soluzione a lungo termine.

Puoi mettere lo champagne nel congelatore? Per un raffreddamento rapido, 15 minuti nel congelatore funzioneranno, ma preparati a tenerlo d'occhio. Il congelamento può far saltare il tappo o frantumare la bottiglia.​

Temperatura di servizio dello champagne

Gli champagne vintage sono quelli stampati con un anno sull'etichetta. Questi champagne invecchiati vanno serviti a una temperatura leggermente più alta.

I sapori dello champagne vintage sbocceranno se servito tra 54 e 57 gradi Fahrenheit / 12 e 14 gradi Celsius.

Champagne e spumanti non vintage offrono il loro sapore più brillante a 40-45 gradi Fahrenheit / 4-7 gradi Celsius.