Un maestro Zen spiega il vero significato del non attaccamento e perché la maggior parte delle persone lo sbaglia

Molte persone tendono a fraintendere il concetto di non attaccamento ispirato al buddismo.

Mentre alcune persone pensano che sia negativo, il non attaccamento in realtà fornisce diversi vantaggi a tutti.



Per uno, porta una forma più profonda di amore, libertà, compassione e cura, al di là di ciò che è prontamente immaginato.

Per chiarire alcune interpretazioni errate sul non attaccamento, abbiamo riassunto un articolo scritto dal guru spirituale Osho sull'argomento. Abbiamo anche condiviso un video di YouTube in fondo a questo articolo in cui Alan Watts interrompe il non attaccamento in 3 minuti.

Allora cos'è veramente il non attaccamento o il distacco?

In primo luogo, Osho dice che il principio di non attaccamento non significa che devi essere freddo come la pietra. I sentimenti e le emozioni continueranno a esistere anche se decidi di liberartene. L'unica differenza è come rispondi e ti relazioni con loro.

Anche coloro che sono famosi per essere i migliori maestri spirituali sono in grado di suonare, ridere, sorridere e piangere. Ci sono momenti, però, in cui vivono anche momenti di frustrazione e impazienza. È perché proprio come noi, anche loro sono esseri umani, quindi non saranno mai esentati da quei sentimenti negativi.

Come gestiscono quelle emozioni?



Le persone che hanno padroneggiato le emozioni negative evitano di restarvi intrappolate. Invece, li riconoscono, accettano e persino li abbracciano.

Non soffocano le loro emozioni, ma lascia che si alzino naturalmente e si dissolvano da sole.

Capiscono che il cambiamento è l'unica costante nell'universo e si rendono conto che non importa quanto sia scomodo un sentimento negativo, alla fine passerà.

Sebbene ci voglia tempo e impegno per mettere in pratica questo concetto, tutti noi siamo in grado di praticare l'accettazione.

Mitch Albom spiega perché accettare le tue emozioni ti permette di distaccarti:

'Prendi qualsiasi emozione: l'amore per una donna o il dolore per una persona cara, o quello che sto attraversando, la paura e il dolore di una malattia mortale. Se trattieni le emozioni, se non permetti a te stesso di attraversarle fino in fondo, non puoi mai arrivare a essere distaccato, sei troppo impegnato ad avere paura. Hai paura del dolore, hai paura del dolore. Hai paura della vulnerabilità che l'amore comporta. “Ma gettandoti in queste emozioni, permettendoti di immergerti fino in fondo, anche sopra la testa, le vivi pienamente e completamente. Sai cos'è il dolore. Sai cos'è l'amore. Sai cos'è il dolore. E solo allora puoi dire: 'Va bene. Ho provato quell'emozione. Riconosco quell'emozione. Ora ho bisogno di staccarmi da quell'emozione per un momento '. '



Benefici del non attaccamento

Una volta che sarai in grado di accettare l'accettazione e di distaccarti dalle tue emozioni, sperimenterai alcuni meravigliosi benefici. Loro sono:

  • La tua vita non sarà più governata dalle aspettative - Ciò si traduce in meno frustrazioni e delusioni e più soddisfazione.
  • Godrai di più spazio anche con tutte le tue emozioni esistenti
  • Puoi relazionarti meglio con il mondo - Inizierai a vederlo per quello che è effettivamente, invece di vederlo in base ai tuoi concetti e standard. Detto questo, hai maggiori possibilità di apprezzare chi ti circonda, permettendoti di abbracciare una felicità autentica e duratura.
  • Avrai una migliore chiarezza mentale - Questo ti consente di vedere le cose in base a ciò che è vero poiché non ti attaccherai a concetti mentali limitanti.
  • Avrai meno preoccupazioni: le cose e gli scenari intorno a te avranno meno impatto su di te, non importa quanto siano negativi.
  • Diventi più compassionevole - I problemi che influenzano il mondo non susciteranno più troppa rabbia su di te. In effetti, coltiverà la compassione.
  • Sarai veramente felice - Se pratichi il distacco, sarai soddisfatto di ciò che hai. Hai la possibilità di goderti ciò che è presente, invece di correre dietro alla felicità disperatamente.
  • Lascia che la tua vita si svolga e fluisca in modo naturale - Non è necessario che tu controlli tutte le cose intorno a te.
  • Continui ad amare - L'amore diventerà una parte naturale di te - In effetti, noterai che il tuo cuore diventa sempre più compassionevole mentre cerchi le reali sofferenze del mondo.
  • Aiutare diventerà una parte naturale del tuo sistema - Molto probabilmente sarai un Buon Samaritano poiché il tuo distacco ti costringerà naturalmente a estendere il tuo aiuto a coloro che ne hanno più bisogno. La buona notizia è che non sarai troppo attaccato ai risultati delle tue buone azioni.
  • Ti sentirai libero - Questa sensazione di spazio e libertà è in realtà genuina. Questo ti rende più facile accontentarti di tutto ciò che ti sta accadendo in questo momento.

Il non attaccamento ti fa abbracciare la libertà perché ti dà la possibilità di avere il pieno controllo delle tue emozioni e della tua mente, invece del contrario. Questa forma di libertà ti consente di goderti tutte le tue esperienze senza alcuna forma di delusioni e frustrazioni.

Ecco un brillante video di Alan Watts che scompone l'arte del non attaccamento in 3 minuti. Controlla:



Questo articolo è stato originariamente pubblicato su The Power of Ideas.