7 saggi insegnamenti buddisti

7 saggi insegnamenti buddisti

La vita ci presenta quotidianamente molteplici sfide e affrontarle è fondamentale per garantire la pace interiore.

La saggezza buddista può essere in grado di aiutarci ad affrontare queste sfide.



Ecco 7 insegnamenti buddisti che possono fornire alcuni vantaggi:

1) Liberarsi della paura comprendendolo

Gran parte della paura che esiste dentro di noi deriva da una cosa: l'impermanenza, di noi stessi e del mondo che ci circonda.

Temiamo la perdita più di ogni altra cosa: la perdita delle nostre vite, dei nostri cari, del nostro status quo, dei nostri beni preziosi, dei nostri successi e dei nostri titoli. Tutto ciò che potrebbe portare alla perdita - guerra, morte, divorzio - è una delle maggiori paure per molti di noi. Temiamo anche il fallimento e la possibilità di non essere mai abbastanza.

Ma possiamo superare queste paure capendo perché esistono dentro di noi e da dove vengono. Lo facciamo attraverso sessioni costanti di introspezione, cercando non all'esterno le risposte alle nostre domande, ma dentro noi stessi.

È nel semplice atto della scoperta di sé che possiamo finalmente guarire dalle cicatrici causate dalle nostre paure. Comprendi perché temi ciò che temi e te ne libererai.



2) Usa la meditazione per catturare la tua 'mente scimmia'

Il problema più grande che molti di noi affrontano oggi è l'ansia o lo stress. In un recente studio, è stato riscontrato che in giro 30% degli americani credono che lo stress danneggi fortemente la loro salute fisica e mentale.

Ma lo stress non è un prodotto del mondo moderno; le persone hanno sempre affrontato lo stress. Circa 2500 anni fa, il termine 'mente scimmia' fu coniato dallo stesso Buddha. Ciò significava che la mente è come una scimmia, che corre e salta ovunque senza interruzioni.

Solo attraverso la consapevolezza del tuo respiro durante l'atto di meditazione puoi calmare la tua mente e addormentare la tua scimmia. Questo scioglie l'ansia e lo stress e ti consente di continuare il resto della giornata in pace.

3) Combatti la solitudine ascoltando l'intimità che ti connette con gli altri

La solitudine è un problema in crescita, soprattutto nello stile di vita frenetico del mondo moderno. Qualunque sia il tipo di solitudine che stai vivendo - mancanza di compagnia mentale, uno stile di vita solitario o la morte di una persona cara - il buddismo ci insegna ad aprirci al mondo, con o senza la presenza degli altri.

Attraverso l'atto di vita consapevole, possiamo vivere in uno stato di connessione con milioni di altri esseri viventi; dalle formiche nel terreno alle nuvole nel cielo. Rivaluta il modo in cui percepisci la solitudine: non è l'atto di essere soli, ma piuttosto la sofferenza mentale solitaria.



Connettendoti con il mondo e tutte le altre creature viventi, puoi iniziare a guarire la tua anima, sia che tu sia solo o circondato da centinaia.

4) Allevia la tua rabbia attraverso la compassione e la comprensione

La rabbia è un'emozione primordiale e di base che molti di noi sperimentano spesso. Ma non puoi controllare il mondo intorno a te e non puoi impedirti di sperimentare cose che potrebbero innescare la tua rabbia. Tuttavia, puoi controllare te stesso e il modo in cui percepisci il mondo.

Uno degli insegnamenti fondamentali del buddismo è la consapevolezza che il mondo è molto più grande di te. Quando sei arrabbiato, devi imparare ad allontanarti abilmente dalla situazione, il che creerà compassione dentro di te.



5) Il tuo dialogo interiore non fa chi sei

La vera pace interiore non può essere raggiunta finché non effettui la separazione tra il te che esiste nel mondo e il te che esiste nella tua mente. Questo è noto come l'ego, o il tuo dialogo interiore. È nel tuo dialogo interiore che il tuo dialogo interiore prospera, parlandoti negativamente e tirandoti giù.

Il buddismo ci incoraggia ad allontanarci ancora una volta da noi stessi e osservare la differenza tra il dialogo interiore e il vero sé attraverso l'auto-consapevolezza. Perché il dialogo interiore non è chi siamo veramente; è solo una storia dentro di te che devi superare.

[Per approfondire le tecniche di auto-aiuto che puoi utilizzare per migliorare te stesso, consulta la mia guida pratica all'uso della filosofia orientale per una vita consapevole e pacifica Qui] .

6) Non c'è nulla dentro di te

Molti di noi sentono un buco nel cuore, al punto che viene comunemente chiamato vuoto interiore. Un pezzo mancante, una parte di qualcosa di più grande, una mente divisa; crediamo che manchi qualcosa che ci impedisce di raggiungere il nostro potenziale.

Ma il buddismo insegna che hai già tutto ciò di cui hai bisogno dentro di te. Nessun pezzo mancante, nessun foro non riempito in attesa della connessione perfetta. Dobbiamo arrivare all'accettazione con il tutto perfetto che siamo già prima di poter finalmente andare avanti e realizzare il nostro potenziale.

7) Siamo il culmine di tutti coloro che sono stati parte di noi

Quando perdi un amico o una persona cara, a causa della morte o di altre circostanze che ti hanno separato nella vita, potresti provare un'immensa tristezza mentre cerchi di affrontare quella perdita.

Il buddismo non nega che questa sia una transizione difficile da accettare, passando da una vita con la persona amata a una vita senza di loro. Ma il buddismo insegna che quando perdiamo qualcuno che ci amava, non lo perdiamo mai veramente.

Il loro impatto sulla nostra vita ci ha cambiato e una parte di loro ora vive dentro di noi. La loro presenza, il loro aspetto fisico e la loro personalità, forse adesso risiedono dentro di te, rendendoli parte di te per sempre.

[Per apprendere le tecniche consapevoli per aiutarti ad accettare le tue emozioni, controlla l'eBook di Hack Spirit sull'arte della consapevolezza Qui] .