19 citazioni che spiegano come si sente la depressione

19 citazioni che spiegano come si sente la depressione

La depressione è comune da sperimentare ma notoriamente difficile da spiegare. Questo rende molto difficile comunicare, soprattutto quando hai più bisogno di raggiungere gli altri per ricevere supporto.

Non esiste un'unica esperienza di depressione , motivo per cui le seguenti citazioni sono un ottimo punto di partenza per capire come ci si sente.



Passano attraverso alcuni dei temi comuni vissuti da chi soffre di depressione. Che tu stia attualmente soffrendo di depressione o che stia cercando di capire meglio come ci si sente, queste 19 citazioni sono un incredibile punto di partenza.

1. 'Non volevo svegliarmi. Mi stavo divertendo molto a dormire. Ed è davvero triste. Era quasi come un incubo inverso, come quando ti svegli da un incubo sei così sollevato. Mi sono svegliato in un incubo. ' - Ned Vizzini, è una storia divertente

2. 'La cosiddetta persona 'psicoticamente depressa' che cerca di uccidersi non lo fa per citazione 'disperazione' o per qualsiasi convinzione astratta che i beni e i debiti della vita non siano quadrati. E sicuramente non perché la morte sembra improvvisamente attraente. La persona in cui la sua invisibile agonia raggiunge un certo livello insopportabile si ucciderà nello stesso modo in cui una persona intrappolata salterà dalla finestra di un grattacielo in fiamme. Non commettere errori sulle persone che saltano da finestre in fiamme. Il loro terrore di cadere da una grande altezza è ancora tanto grande quanto lo sarebbe per te o me in piedi speculativamente alla stessa finestra solo a guardare il panorama; cioè la paura di cadere rimane una costante. La variabile qui è l'altro terrore, le fiamme del fuoco: quando le fiamme si avvicinano abbastanza, la morte diventa un po 'meno terribile di due terrori. Non è desiderare la caduta; è il terrore delle fiamme. Eppure nessuno giù sul marciapiede, guardando in alto e urlando 'Non farlo!' E 'Aspetta!', Può capire il salto. Non proprio. Avresti dovuto essere personalmente intrappolato e sentire le fiamme per capire davvero un terrore ben oltre la caduta. ' - David Foster Wallace

3. “La passione fa smettere di mangiare, dormire, lavorare, sentirsi in pace. Molte persone sono spaventate perché, quando appare, demolisce tutte le cose vecchie che trova sul suo cammino.

Nessuno vuole che la propria vita precipiti nel caos. Ecco perché molte persone tengono questa minaccia sotto controllo e sono in qualche modo in grado di sostenere una casa o una struttura che è già marcia. Sono gli ingegneri del sostituito.

Altre persone pensano esattamente il contrario: si arrendono senza pensarci due volte, sperando di trovare nella passione le soluzioni a tutti i loro problemi. Rendono l'altra persona responsabile della loro felicità e la incolpano per la loro possibile infelicità. O sono euforici perché è successo qualcosa di meraviglioso o depressi perché qualcosa di inaspettato ha rovinato tutto.



Tenere a bada la passione o arrendersi ciecamente ad essa: quale di questi due atteggiamenti è il meno distruttivo?

Non lo so.' - Paulo Coelho

4. 'Alcuni amici non lo capiscono. Non capiscono quanto sia disperato che qualcuno dica, ti amo e ti sostengo così come sei perché sei meravigliosa così come sei. Non capiscono che non ricordo che nessuno me l'abbia mai detto. Sono così esigente e difficile per i miei amici perché voglio sgretolarmi e cadere a pezzi davanti a loro in modo che lo facciano Amami anche se non sono divertente, a letto, a piangere tutto il tempo, senza muovermi. La depressione è tutta questione di se mi amassi lo faresti. ' - Elizabeth Wurtzel, Prozac Nation

5. 'Non ha senso trattare una persona depressa come se si sentisse solo triste, dicendo: 'Ecco, aspetta, la supererai.' La tristezza è più o meno come un raffreddore - con pazienza, passa. La depressione è come il cancro. ' - Barbara Kingsolver, The Bean Trees

6. 'Quando sei circondato da tutte queste persone, può essere più solo di quando sei da solo. Puoi essere in mezzo a una folla enorme, ma se non senti di poterti fidare di nessuno o di parlare con qualcuno, ti senti come se fossi davvero solo. ' Fiona Apple

7. 'Se conosci qualcuno che è depresso, decidi di non chiedergli mai il motivo. La depressione non è una risposta diretta a una brutta situazione; la depressione è semplicemente, come il tempo.



Cerca di capire l'oscurità, il letargo, la disperazione e la solitudine che stanno attraversando. Sii presente per loro quando passano dall'altra parte. È difficile essere amico di qualcuno che è depresso, ma è una delle cose più gentili, nobili e migliori che tu possa mai fare. ' - Stephen Fry

8. 'Non voglio vedere nessuno. Sono sdraiato in camera da letto con le tende tirate e il nulla mi avvolge come un'onda pigra. Qualunque cosa mi stia succedendo è colpa mia. Ho fatto qualcosa di sbagliato, qualcosa di così enorme che non riesco nemmeno a vederlo, qualcosa che mi sta annegando. Sono inadeguato e stupido, senza valore. Potrei anche essere morto. ' - Margaret Atwood, Occhio di gatto

9. 'Non dimenticherò mai come la depressione e la solitudine si sentissero bene e male allo stesso tempo. Lo fa ancora. ' - Henry Rollins, The Portable Henry Rollins

10. 'Ero attratto da tutte le cose sbagliate: mi piaceva bere, ero pigro, non avevo un dio, la politica, le idee, gli ideali. Mi ero sistemato nel nulla; una specie di non essere, e l'ho accettato. Non ero una persona interessante. Non volevo essere interessante, era troppo difficile. Quello che volevo davvero era solo uno spazio soffice e nebuloso in cui vivere e in cui essere lasciato solo '. - Charles Bukowski

11. “Altri affermano di sapere cosa si prova ad essere depressi perché hanno divorziato, perso un lavoro o rotto con qualcuno. Ma queste esperienze portano con sé sentimenti. La depressione, invece, è piatta, vuota e insopportabile. È anche fastidioso. Le persone non possono sopportare di starti intorno quando sei depresso. Potrebbero pensare che dovrebbero, e potrebbero anche provare, ma tu sai e sanno che sei tedioso oltre ogni immaginazione: sei irritabile, paranoico, privo di senso dell'umorismo e senza vita, critico ed esigente e nessuna rassicurazione è mai abbastanza. Sei spaventato e spaventoso, e 'non sei affatto come te stesso, ma lo sarai presto', ma sai che non lo farai '. - Kay Redfield Jamison, An Unquiet Mind: A Memoir Of Moods And Madness



12. 'Dici di essere 'depresso' - tutto quello che vedo è la resilienza. Ti è permesso sentirti incasinato e al rovescio. Non significa che sei difettoso, significa solo che sei umano. ' - David Mitchell, Cloud Atlas

13. 'Lui: che cosa ti è successo?

Io: niente.

Niente stava lentamente coagulando le mie arterie. Niente che stordisce lentamente la mia anima. Preso da niente, senza dire niente, il nulla diventa me. Quando non sono niente, diranno sorpresi nel modo in cui saranno sorpresi per sempre, 'ma non c'era niente che non andasse con lei'. - Jeanette Winterson, Gut Symmetries

14. “La depressione è la cosa più spiacevole che abbia mai provato. . . . È quell'assenza di poter immaginare che sarai mai più allegro. L'assenza di speranza. Quella sensazione molto attenuata, che è molto diversa dal sentirsi triste. La tristezza fa male ma è una sensazione salutare. È una cosa necessaria da sentire. La depressione è molto diversa. ' - J.K. Rowling

15. “La depressione è come un livido che non scompare mai. Un livido nella tua mente. Devi solo stare attento a non toccarlo dove fa male. È sempre lì, però. ' - Jeffrey Eugenides, The Marriage Plot

16. “La depressione si presenta come un realismo riguardo al marciume del mondo in generale e al marciume della tua vita in particolare. Ma il realismo è semplicemente una maschera per l'essenza reale della depressione, che è un opprimente allontanamento dall'umanità. Più sei persuaso del tuo unico accesso al marciume, più hai paura di impegnarti con il mondo; e meno ti impegni con il mondo, più perfidamente felice sembra il resto dell'umanità per continuare a impegnarsi con esso '. - Jonathan Franzen, How To Be Alone

17. 'Non potevo stare con le persone e non volevo stare da solo. All'improvviso la mia prospettiva è esplosa ed ero lontano nello spazio, a guardare il mondo. Potevo vedere milioni e milioni di persone, tutte inserite nelle loro vite; poi ho potuto vedermi: avevo perso il mio posto nell'universo. Si era chiuso e non potevo essere da nessuna parte. Ero più perso di quanto sapessi che fosse possibile per qualsiasi essere umano. ' - Marian Keyes, qualcuno là fuori?

18. 'Non c'è via d'uscita dalla mente?' Sylvia Plath, The Bell Jar

19. “Allora perché sono depresso? Questa è la domanda da un milione di dollari, piccola, la domanda di Tootsie Roll; nemmeno il gufo conosce la risposta a quello. Non lo so neanche io. Tutto quello che so è la cronologia. ' - Ned Vizzini, è una storia divertente